Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

Inutili potature di una pianta grassa

Di Picnik e degli editor online di immagini.

Oggi Picnik chiude. 

Non so se vi interessa, se lo sapevate, se lo usavate e se vi dispiace o non ve ne frega nulla. In ogni caso per me era una comodissima e praticissima risorsa online per modificare ed editare immagini.


Dicevo quindi che Picnik era un editor online di immagini. Esposizione, taglio, colore, trucco e parrucco e  le tue immagini erano pronte per essere condivise. D'altra parte la parola magica di internet è condivisione.


So che molte funzionalità si possono trovare quindi su google (che se l'è comprato), anzi le avevo anche provate ma ora non mi ricordo più come si fa a trovarle. Vi siete persi insieme a me?

Non so voi, ma io ho un account suFlickr e mi è comodo perchè ci metto le foto e poi le posso anche modificare. Fino a qualche giorno fa Flickr e  Picnik erano amici e potevi utilizzarli l'uno dentro l'altro, come le scatole cinesi.

Adesso Flickr è diventato amico di Aviary. Ma a me non piace. Permette di scrivere del testo sulle foto ma solo in Ar…

Mani in pasta... di sale

'Mamma fazzamo i biccotti e poi li mettiamo in fonno?'
Ecco che all'ennesima infornata di biscotti, torte e ciambelle non ce la posso fare e siccome al didò fatto in casa ho rinunciato (non è venuto bene era molliccio e l'ho dovuto buttare), 'Facciamo la pasta di sale', dico, correndo a prendere un vecchio libro che avrò ormai da 10 anni e che ho utilizzato mezza volta.
Ricetta per la pasta di sale: Una tazza di sale fino, due di farina, acqua quanto basta per rendere l'impasto morbido ma non appiccicaticcio, quindi circa mezza tazza. Impastare e ... giocare!
Noi abbiamo fatto le palline da lanciare contro la parete, i vermi, le polpette, abbiamo anche assaggiato bleah  e riassaggiato bleah bleah ... ma giusto per sentire se di sale andavano bene.
Infine per non dimenticarci di questa fantastica esperienza (e come potremo mai? Adesso è pasta di sale every day!) abbiamo preso una polpetta, l'abbiamo stesa e poi abbiamo fatto le impronte
Ai bambini piac…

I miei buoni (s)propositi

Ho letto una storia di buoni propositi. Ho pensato che io ho sempre buoni propositi e li disattendo continuamente. Insomma, è facile. Anche io posso fare una lista di questi propositi. Ma.

Non mi vengono in mente.

Allora o è che da un po' non ho più buoni propositi e non me lo sono detto. Oppure non ho più tempo per questa roba. Nel senso che sono così assorbita dal flusso continuo del fiume che non ce la faccio a fermarmi e sentirmi in colpa per aver disatteso qualcosa.

Ero vegetariana e sono tornata carnivora (ancora per poco secondo me). Ero giovane e i miei capelli sono improvvisamente bianchi come quelli di Maria Antonietta sotto la ghigliottina (almeno così raccontava Lady Oscar), ero fissata sul peso, bilance, diete, e adesso sembro un ossicino del giorno dei morti con panzetta e mangio e non m'importa un fico secco.

Fumavo e ho smesso. (Ma quanto ricomincerei volentieri!)

...

Ho bisogno di spropositi e non di propositi.
Zittire la gente che parla di me senza criterio, p…

Ma il mare di che colore è?

E' un po' che non ci torno. Ogni tanto ci vuole. Guardare dalla terrazza che improvvisamente è cambiato il vento. Prendere di corsa la macchina fotografica (speriamo sia carica la batteria) e correre per la discesa fino alla spiaggia. Essere accecati dalla sabbia che così bianca non l'avevo mai vista, e quel mare... ma di che colore è? Chiudere gli occhi al vento e scattare.

Sarà così questi giorni, in attesa del temporale che tutto laverà e tutto purificherà, come sempre nei migliori film. E' così che mi aspetto di trovarlo. E se sarà bello magari faremo la torta pasqualina da mangiare sulla spiaggia, altrimenti rimarremo chiusi in casa con la sciarpa a raccontarci delle storie e a guardare con la coda dell'occhio fuori dalla finestra.

Per la torta pasqualina, io la faccio a occhio. 
Compro la sfoglia già fatta, la srotolo sulla teglia e la buco con la forchetta. A parte, mescolo gli spinaci (precedentemente cotti e scolati) , parmigiano, noce moscata, sale, pepe,…