Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Non ci resta che... ridere 8-)

Siete mai stati presi in giro?
Io sono una un po' permalosina a volte. Quindi non sempre mi piace essere presa in giro a meno che non possa contraccambiare nello stesso modo.

Questa storia dell' herpes ha ispirato, oltre che me e le mie elucubrazioni mentali, anche parecchia gente del luogo, dal farmacista al panettiere, dalla signora che vende tè  che se ne uscì con un 'Ma non è che sei celiaca?', a colleghi e turisti, per finire con i baristi  che sembrava avessero a che fare con una povera appestata col desiderio di bere l'ultimo cappuccino prima di  morire stecchita a terra dopo una giostra di rantoli agghiaccianti.

"Last but not least" come dicono gli inglesi di cui ci piacciono tanto le parole da cercare di disfarci delle nostre (scusate la polemica, ma tutto questo italiano inglesizzato mi fa venire il voltastomaco!) ecco che Lui, che mi dovrebbe amare, onorare e tutto il resto, perso tra le app dell' Ipad mi fa:
- Ora ti faccio vedere questa nuo…

Vignetta del venerdì

La mia balia e io

Sto leggendo la biografia di Frida Kahlo. Devo dire che mi conforta molto il fatto che anche lei non dipingesse spesso e che a volte dovesse essere spronata a farlo da Diego (Rivera) .  La cosa mi fa sentire meno sola. 
Questo quadro si intitola "La mia balia e io". Ma è molto di più. 
A me questa balia fa paura. Ha in faccia la maschera africana di legno scuro che aveva mio nonno in salotto. Avevo paura di quella maschera eppure ero così affezionata. Mio zio l'ha buttata via. Senza dire niente. Forse faceva paura anche a lui.
Effettivamente sembrava animata, e come ti muovevi si muoveva il suo sguardo. Per seguirti.  Era lo sconosciuto che mi guardava... e mi nutriva di tutto ciò che raccontava quel legno scuro, le tradizioni, i divieti, le storie.
Il seno della balia è come il mio per Miriam. Pieno di latte che nutre. Forse anche io sono un po' questa balia con la faccia coperta da una maschera che fa paura.  
Ma se me la tolgo sorrido, lo vedi?
Pin It

iBiglietti bastardi

Bu! Appaio e scompaio velocemente per dirvi che oggi sono su iBiglietti, un sito/antologia che raccoglie "biglietti" di 1000 battute. L'unico vincolo è che il proprio scritto deve iniziare con la parola con cui è finito quello precedente. 
A me è toccata la parola bastardo.
E io ho scritto qualcosa di non proprio leggero. Non so se sia stato per la parola in se o se è perchè l'herpes non mi molla e di conseguenza mi girano.
Se vi va, andate a leggere e magari fatemi sapere che ne pensate.

Ritratto con neo

Ritratto con neo, a photo by manofab on Flickr.

In fuga dal "time-boxed"

Scusate per il silenzio... sto ragionando molto fra me e me e mi perdo. In effetti però questi giorni sono parecchio di corsa ad inseguire scadenze, regole, tempo per gli altri, tempo per me etc., e come si dice in gergo lavorativo devo rimanere time-boxed... ancora non ho capito se è il tempo a dover stare dentro una scatolina o se, come rappava mondomarcio sono io che sono intrappolata dentro la scatola.
Solo che, quando il sole arriva ad illuminare le giornate, anche la casa si riempie di luce, anche la scatola, e si vede tutto, e si possono contare anche i granelli di polvere nell'aria, e mi accorgo che ci sto stretta, che si vede l'herpes (SI, ANCORA!), si vede la stanchezza e la bruttezza.
Allora torno a ciò che mi salva e, anche se sono arrugginita, disegno un po', oggi che ho un secondo, e pazienza se non sarò time-boxed per oggi. e magari anche per domani. e anche per dopodomani. 
Spero.
Pin It

Moodboard di compleanno

Si avvicina, lento e inesorabile, il compleanno di una delle due scimmie urlatrici. Fino ad ora non avevo prestato molta attenzione alla questione, Il primo anno c’erano i nonni e gli zii, il secondo c’eravamo noi e poi il centro gioco. 
Quest’anno ci sarà sicuramente il nido, ma poi mi piacerebbe festeggiare anche a casa. No, non è che sia impazzita e voglia invitare bambini scalmanati con annessi genitori (che poi diventa un baby parking e non si riesce nemmeno a fare due chiacchiere), almeno non fino a che non mi sarà e-spli-ci-ta-men-te richiesto, però mi piace l’idea di rendere quel giorno “speciale” al di là di tutto, e iniziare la scimmietta alla creazione e al rispetto dei riti. Tutto qui.
Per raccogliere le idee, visto che mi sfuggono, tiro fuori dal cilindro magico laMoodBoard o, più semplicemente, lavagna emozionale. I designer usano questo "metodo" per visualizzare/ordinare/tenereamente/focalizzare l'atmosfera emotiva da cui parte un'idea, che si concretiz…

I significati simbolici delle malattie

Non avevo mai avuto l'herpes fino a quasi 15 giorni fa. Mi sta mangiando viva. Dice la mia dottorina della mutua che è normale che sia così virulento: 'E' la prima volta! Adesso se lo porterà dietro per tutta la vita'.

Se queste sono le compagnie, ragazzi, preferisco andare nel paese dei balocchi con Lucignolo o frequentare i te del Leprotto Bisestile.

Il fatto è che io sono una che inizia ad entrare in paranoia. Mi faccio mille domande, mi chiedo 'Perchè l'herpes proprio a mechenonl'homaiavuto?' e poi mi faccio la fatidica domanda

'Cosa significa?'

Della serie, la vita è un simbolo, e bisogna imparare a leggere i simboli, che poi altro non sono che immagini, quadri, piatti, 3d, fissi, in movimento. E' uguale.

Google mi ha detto che sto 'rifiutando qualcuno o qualcosa', il dizionario dei simboli non commenta, google ci riprova e mi mette in mezzo il Dottor Hamer. Si lo so, è solo un herpes, ma io vado dall'omeopata e gli chiedo &#…