mercoledì 17 luglio 2013

Inaspettatamente primavera. (disegni che curano)

La principessa e l'albero - disegno a pennarelli su locandina
Saliva le scale di corsa, era già tardi e bisognava andare a prendere anche quell'altra. 

Saliva e pensava che gliel' aveva promesso che sarebbe andata a prenderla il prima possibile. Bugiarda. In cima alle scale un mucchio di scuse. In fondo al corridoio un mucchio di sensi di colpa. 

La bambina le corse incontro un po' sorridendo, un po' facendo la buffona come solo lei e sua madre sapevano fare. La bambina le corse incontro e le mostrò un disegno fatto sul retro di una locandina vecchia di qualche anno. 

Una principessa. con i capelli lunghi e il vestito 'losa'. D'altra parte si sa, le principesse si vestono solo e sempre così. Ma quello che mi colpì. fu l'albero. Secco. accanto a lei. Con due rami sghembi e sottili che non avrebbero tenuto su nemmeno una farfalla nel suo slancio per un piccolo volo.

Adesso da portare a casa avrebbe avuto anche un bel mucchio di tristezza. Poi non so. Forse il vento del ventilatore che annaspava nella stanza chiusa o  quel veloce movimento delle dita sfuggito agli occhi disidratati dal caldo, mi fecero risvegliare da uno stanco torpore e vidi ancora quei rami secchi, e la primavera che ormai avevano addosso.

La principessa e l'albero andarono di corsa a prendere anche quell'altra. Che era già tardi.