mercoledì 21 marzo 2012

La mia balia e io

Sto leggendo la biografia di Frida Kahlo. Devo dire che mi conforta molto il fatto che anche lei non dipingesse spesso e che a volte dovesse essere spronata a farlo da Diego (Rivera) .  La cosa mi fa sentire meno sola. 

Questo quadro si intitola "La mia balia e io". Ma è molto di più. 

A me questa balia fa paura. Ha in faccia la maschera africana di legno scuro che aveva mio nonno in salotto. Avevo paura di quella maschera eppure ero così affezionata. Mio zio l'ha buttata via. Senza dire niente. Forse faceva paura anche a lui.

Effettivamente sembrava animata, e come ti muovevi si muoveva il suo sguardo. Per seguirti. 
Era lo sconosciuto che mi guardava... e mi nutriva di tutto ciò che raccontava quel legno scuro, le tradizioni, i divieti, le storie.

Il seno della balia è come il mio per Miriam. Pieno di latte che nutre. Forse anche io sono un po' questa balia con la faccia coperta da una maschera che fa paura.  

Ma se me la tolgo sorrido, lo vedi?

Pin It